Showcase 2016

ITALIAN PEPLUM - '60 ages: THE APOGEO
Exhibition of historical movie's posters

The genre of the historical film in costume was born in Italy at the beginning of the 20th century. From the early years of Italian cinema, classical and evangelical themes developed the origin of the historical film. The classic setting and serialism made this part of the cutting-edge Italian cinema, which was already the most representative and studied in the world.
The first half of the sixties was the period of major exploitation of the peplum genre in Italy, with other productions focusing on the character already launched by Ercole. These films were filmed by different filmmakers and producers, sometimes even at the same time, and this has quickly led to an accumulation of events in films that often contradict each other.
On the wave of the successes of Hercules, the character of Maciste was recovered from the 1920s, on which a line will be developed that includes about twenty works, often in total disagreement among themselves. Another new character named Ursus will be coined on the backdrop of his two predecessors to embody the ideal of the "muscular hero without spot and without fear" and used in a series of films. The exploitation of classical heroes will not let even biblical characters such as Samson and Goliath get rid of them: both characters will be tricked into their original characteristics during their respective sagas in order to better embody the "Paladin of the Weak" ideals.
In addition to the films on the forts, parallel films of love and battles between the real and the mythological were made in parallel; Even some of these productions reached a good level of quality, but the continuing worsening of the quality of the most in-demand works (those on the forts) also ruined the few attempts to create more ambitious works.

PEPLUM ALL’ITALIANA - ANNI ‘60: L’APOGEO
Mostra manifesti storici del cinema

Il genere del film storico in costume nacque in Italia all'inizio del XX secolo. A partire dai primi anni del cinema italiano le tematiche classiche ed evangeliche fecero sviluppare il filone del film storico. L'ambientazione classica e la serialità fecero di questa parte del cinema italiano all'avanguardia, che già allora era la più rappresentativa e studiata nel mondo.
La prima metà degli anni sessanta fu il periodo di maggiore sfruttamento del genere peplum in Italia, con altre produzioni incentrate sul personaggio oramai già lanciato di Ercole. Questi film venivano girati da registi e produttori diversi, a volte anche contemporaneamente, e questo ha portato in breve tempo ad un accumulo di avvenimenti nelle pellicole che spesso si contraddicono tra di loro.
Sull'onda dei successi di Ercole venne recuperato dagli anni venti il personaggio di Maciste, su cui si svilupperà un filone che comprende una ventina di opere spesso in totale disaccordo tra di loro. Un altro nuovo personaggio di nome Ursus verrà coniato sulla falsariga dei suoi due predecessori per incarnare l'ideale del "muscoloso eroe senza macchia e senza paura" e usato in una serie di pellicole. Lo sfruttamento degli eroi classici non lascerà indenni neanche i personaggi biblici come Sansone e Golia: entrambi i personaggi verranno stravolti nelle loro caratteristiche originali nel corso delle rispettive saghe per poter meglio incarnare gli ideali del "paladino dei deboli".
Oltre ai film sui forzuti venivano realizzati parallelamente altre pellicole riguardanti storie di amori e di battaglie tra il reale e il mitologico; anche alcune di queste produzioni raggiunsero un buon livello qualitativo, ma il continuo peggioramento della qualità delle opere maggiormente in voga (quelle sui forzuti) rovinò anche i pochi tentativi di realizzare opere più ambiziose.

 
All the posters of the exhibition is part of the huge private collection by Alberto Bruno, a Neapolitan collector who, for 50 years or perhaps more, has worked in cinema and theaters in Naples and the province.
Tutto il materiale cartaceo della mostra, fa parte dell’enorme collezione privata di Alberto Bruno, un collezionista napoletano che, per 50 anni o forse più, ha lavorato nei cinema e teatri di Napoli e provincia.

 

 

 

 

 

 

 
     

Site Map | Printable View | © 2015 - 2018 GulfofNaplesFilmFestival | Associazione Culturale Gulf of Naples Independent Film Festival - C.F.: IT 95240060632
Powered by mojoPortal | Skin Design by Interactive Video Systems | Graphics Design by Alessandro Leone